Pronostico Cagliari – Parma del 4 maggio 2015

Pronostico Cagliari - Parma

La Serie A ci propone il primo dei suoi posticipi lunedì 4 maggio. In programma Cagliari – Parma gara importante per la bassa classifica.

04/05/2015, ore 20:45

Pronostico Cagliari - Parma lunedì  4 maggio 2015 Cagliari - Parma Pronostico Cagliari - Parma oggi

Il Cagliari mercoledì sera ha perso in trasferta per 1 a 0 contro il Chievo. I padroni di casa sono penultimi in classifica in coabitazione con il Cesena a – 8 dalla salvezza. La squadra di mister Festa ha perso le ultime 2 gare giocate davanti al suo pubblico ed è quella della Serie A che raccoglie meno punti e incassa più reti tra le mura amiche. I sardi hanno la peggiore difesa del campionato e attacco sterile e sono una delle compagini più over 2,5 del torneo. Il Parma è reduce dalla pesante sconfitta esterna per 4 a 0 contro la Lazio. Gli ospiti sono ultimi in classifica e in seguito ai 7 punti di penalizzazione inflitti loro dal giudice sportivo sono ora matematicamente retrocessi in Serie B. La squadra di mister Donadoni è quella della Serie A che ha il peggiore rendimento in trasferta dove segna con il contagocce, incassa gol più di chiunque altra e ha raccolto il misero bottino di 6 punti in 16 incontri. Gli emiliani hanno difesa debole e il peggior attacco del campionato. La partita ha valore di classifica solo per il Cagliari che deve giocarla senza poter fare nessun tipo di calcolo avendo a disposizione un solo risultato….la vittoria. I sardi con un successo terrebbero ancora viva la speranza del miracolo salvezza altrimenti la retrocessione sarebbe veramente dietro l’angolo. Il Parma non ha nulla più da chiedere a questa stagione veramente piena di problemi e avara di soddisfazioni. Gli emiliani stanno comunque onorando in pieno tutti gli impegni offrendo prestazioni orgogliose. Pronostico che sorride ai padroni di casa che hanno dalla loro parte il fattore campo e più motivazioni. 


Il pronostico da giocare: 1









Pubblicato il alle 07:27

Avatar for MonseigneurIl Monsignore ha fatto del calcio il suo pane quotidiano, convinto che le vie del pallone sono infinite.
Lassù qualcuno vede e provvede.